Tag

, , , , , ,

Nella sua ultima e-news, Matteo Renzi annuncia una discussione in Direzione Nazionale sull’apparente per ora, crollo del tesseramento. Il segretario dice che se così fosse, sarebbe un problema da risolvere. Anche se personalmente egli preferisce una idea in più ad una tessera.
Più avanti, Renzi si corregge e colloca la questione del tesseramento in un mosaico completo della visione del Partito: regole interne, rapporto partito-governo. Sul come stare insieme.
A me piace molto quest’ultima:come stare insieme. Indica l’esistenza di una comunità viva, pulsante; un melting pot di intelligenze , di esperienze che formatesi fuori, si confrontano e si scontrano. Si elabora e si decide. E la decisione è inoltrata ai piani superiori:il penultimo e l’ultimo. Una disintermediazione dal basso diciamo. A doppio senso, ecco!
Adoro la disintermediazione, a patto che ti dia la possibilità di condizionare le scelte e senza che qualche burocrate annacqui il mio pensiero per battaglie di posizionamento.
Se la discussione su quale Partito sarà limitata alla Direzione,come avvenuto per la riforma del lavoro,allora il tesseramento subirà un crollo. Il crollo del tesseramento sancirà il fallimento della disintermediazione. Ma se la discussione sarà avviata dai circoli,dal territorio, allo scopo di raccogliere soluzioni perché Politica non sia una brutta parola solo per il popolo, allora è probabile che vi siano buoni motivi per rinnovare o chiedere la tessera per la prima volta.
A cosa serve un Partito se non a raccogliere idee e soluzioni sulle grandi questioni nazionali e universali? È umanamente possibile che la Riforma del Lavoro si esaurisca nel confronto tra il Segretario e una quarantina di divergenti su questioni di principio avvolte da ragnatele ideologiche? Il racconto che sale dal territorio,narra di storie vere che impongono una riscrittura totale delle relazioni industriali. Esistenze provvisorie ma ripetibili dell’essere dipendente o impresa. Sui diritti e opportunità del dipendente, la sinistra ha detto di tutto e di più, razzolando male. Sulla funzione sociale dell’impresa e sull’etica capitalista, la sinsitra ha ancora da dire molto. Se non altro che le grandi speculazioni finanziarie hanno determinato il crollo di alcune economie reali, appartenenti a diversi sistemi politici, in assenza totale di Etica. Infine, la riforma del lavoro che ha come scopo finale il concretizzarsi di investimenti, può trovare soluzione completa senza affrontare il tema della fiscalità? E la fiscalità, non è tema che investe politicamente la comunità economica europea? Se non sfidiamo l’Euro Zona su questi temi durante la presidenza italiana,quando? Non mi accontento della nomina della Mogherini a fianco dell’asse Berlino-Mosca-Pechino senza richiamare la Germania ai suoi doveri europei sul surplus commerciale fuori dai regolamenti, e sul salvataggio delle banche tedesche (e francesi) dal default greco ad opera dei contribuenti europei tutti. Compresi quindi i contribuenti italiani.
Altro che compiti a casa a succhiare il sangue dei soliti noti per il godimento dei nostri concorrenti tedeschi.
Questi gli argomenti che illustrerei in una discussione nel circolo del PD. Ma questa possibilità nasce da una buona organizzazione del partito; il cui fine è la democrazia intesa come partecipazione democratica alle scelte che possono condizionare l’azione governativa del comune,della regione,della nazione. Per questo è necessario un buon organizzatore, esperto del PD e delle sue tradizioni; un responsabile conscio del diverso grado di istruzione dei propri iscritti ed elettori; una persona informata degli eventi e della realtà quanto lo è la vasta platea dei simpatizzanti ed elettori.
Solo che non sappiamo neanche chi è il responsabile organizzativo. E se esiste, non sappiamo come la pensa.
A meno che bruciare tipo un Matteo Richetti per allontanare tipo un Stefano Bonaccini, per riparare al mancato accordo “unitario” sulla presidenza Emilia Romagna, sia di ampio respiro organizzativo. E democratico. Poi spiegatemi il flop delle primarie e del tesseramento.

Annunci