Tag

, , ,

La base è ritornata, divisa, muta, incazzata; ma è ritornata. In carne ed ossa. Uomini e donne. Adolescenti. Ed è il caos. Per fortuna dell’Italia, il caos è stato congelato  da uno che di base se ne intende; allora ai suoi tempi,  la base  doveva essere da una parte o dall’altra, in grande maggioranza .Contava diciamo, la base.

La base è la componente fondamentale dell’humus che alimenta  la radice; la quale a sua volta trasmette nuova linfa per produrre nuove foglie, nuovi  rami e crescita del tronco. Nonostante la tecnologia, l’innovazione, il webbe e internette; dall’ascolto attraverso tanti microfoni, collegati ad una vecchia consolle, che non perdono un solo suono di elementi diversi che, grazie alla sapiente regia dei progettisti della Polis,riescono a dar corpo a sogni realizzabili.

Quella consolle esiste ancora, muta. Come il pianeta Italia.  Aspetta la rianimazione dei microfoni/sinapsi nei 10 mila punti di ascolto. La novità ora è data dalla possibilità di ascoltare  soluzioni oltre che drenare problemi. La base è più colta, istruita, dotata a sua volta di microfoni e antenne. La base è più espressiva, meno timida, più scettica , meno suggestionabile e più aggressiva. Vuole essere essa, parte attiva dei corpi intermedi, filtro collettivo  di sè  per il mixaggio sapiente ad opera della Politica.

Annunci