Tag

La campagna elettorale in Sicilia, entrata nella fase cruciale prima che la parola passi agli elettori, produce frutti moderatamente bipolari. Il beneficio è soprattutto per Rosario Crocetta, il candidato alla presidenza della Regione appoggiato da Partito Democratico e Unione di Centro. Il suo consenso sale al 27,7% contro il 32,9% di Nello Musumeci, che ha comunque racimolato un altro punto percentuale nell’ultima settimana.

La corsa di Crocetta presenta un lato vulnerabile al momento. L’Udc pur contando nell’isola un bacino di voti sopra la media nazionale nei sondaggi non andrebbe oltre il 7,6%. Una prestazione che in comparazione con la performance del 2008 sarebbe una battuta d’arresto. La scelta di appoggiare il centrosinistra sta causando un’emorragia di consensi. Circa un terzo degli elettori che nel 2008 aveva scelto i centristi, oggi defeziona.

Sul fronte del centrodestra Musumeci raggiunge l’apice del consenso nell’elettorato maschile e fa leva sulla lista civica collegata attestata sul 9,1%: l’analoga lista per Crocetta presidente mostra una capacità attrattiva molto più modesta: il 5,2%.

Fonte:

Annunci