Tag

,

Come succede a volte a me, che scrittore non sono, prendo in prestito frasi pronunciate o scritte, dai sapienti traduttori di emozioni.

Queste traduzioni sono come le bocce di un biliardo, rimandate da una sponda all’altra, senza mai andare in buca.
Il mio creditore questa volta è Roberto Andò, al quale  non potrò mai restituire il prestito.

 «Trovo che un leader di partito sia oggi diventato un personaggio congeniale alla narrativa , perché la politica è il più limpido schermo dove guardare la vita che sfugge a se stessa; la velleità che non si trasforma in realtà, il fallimento come destino di ogni progetto. Entrare nell’intimità di un politico vuol dire toccare con mano questo vuoto esistenziale, l’esitazione come destino. Perché, a differenza dei leaders del passato, dotati di un piglio deciso per quanto talvolta impenetrabile, i leader di oggi sono i campioni dell’indecisione». Tratto dall’intervista di Andò a LinKiesta

L’indecisione è tipica di colui che non sarà mai un leader. La classe politica dirigente italiana non esprime leadership perchè opera in solitudine, insieme ad altri solitari, nelle stanze vuote di potere e vuote di seguaci, follower nell’accezione moderna.

Il leader è capace di coinvolgere verso un futuro non tanto lontano, popolazioni di individui, che guardano al leader come il veicolo dei propri interessi presenti e futuri. Il leader è capace di veicolare la somma di quegli interessi individuali in un interesse comune, per sè e per gli altri, con sè insieme agli altri.
E’ l’esatto contrario della solitudine.
La differenza tra i dirigenti di oggi e i leaders di ieri, è proprio questa: tra procedere insieme per realizzare un obbiettivo sentito e procedere da soli, a prescindere dal fine desiderato dai più.Manca l’Idea.Manca il progetto.Le menti sono annebbiate dalla meschinità della quotidianità politica.
Il trono è vuoto, dice Andò.
A me piace immaginare che mille Ulisse slacciano le corde che li tengono legati al loro albero,e si lasciano tentare dal richiamo di quel trono. Perchè loro hanno l’Idea. Il progetto è in fase di elaborazione insieme al popolo di individui.

2 settembre 2013:

ieri a Genova,Matteo Renzi l’ha dimostrato .

Annunci