Tag

, ,

Caro Civati,

ho letto ora il tuo post : molto suggestivo, ma però…

In attesa del ritorno di Ulisse, la tela si è logorata e Penelope ha quasi esaurito il filo da tessere.

La buona notizia è che Penelope è ancora ben disposta e ha mantenuto il telaio in buone condizioni.

Penelope sa anche che chi rimetterà ordine a Itaca, non è uno sconosciuto, non è il signor nessuno.

Anzi è molto conosciuto, è stato assente sì, per molto tempo; ma perchè doveva maturare, doveva conoscere le insidie della vanità e delle lusinghe. Doveva capire come uscire dalle gabbie e dai condizionamenti.

Ma ora, Ulisse è pronto. Deve solo decidersi a prendere il suo posto. Non è più tempo di tentennamenti, i suoi avversari si stanno organizzando e fuori la tempesta preme.

Nella storia moderna, Ulisse ritorna con i suoi uomini, fidati e coraggiosi. Con loro ristabilisce l’armonia a Itaca, senza spargimenti di sangue, solo con molto filo da tessere e facendo costruire molti altri telai.

Caro Civati, non credo e come me molti, di necessitare di uno al di fuori della mischia. Hai citato Prodi che non era un politico e una certa applicazione della politica l’ha ucciso, due volte.

Vogliamo citare Monti? dopo l’exploit della riforma delle pensioni e la bufala sull’art.18 è in surplace. Mancanza di sensibilità socio-politica.

Eh cari Civati, Serracchiani ,Renzi e altri ancora è l’ ora delle scelte.

A noi non serve un signor Nessuno; a noi serve quel  gruppo di persone che hanno dimostrato, già, di capire quali  incrostazioni del sistema sono da rimuovere e far ripartire i telai che ci sono già.

Annunci