A conferma di quanto affermavo ieri nel post filosofia e politica, l’andamento degli indici borsistici e dei BTP decennali dimostrano quanto l’azione di governo sia del tutto insufficiente al fine di rassicurare gli investitori sulla capacità di ripresa del sistema economico italiano e accumulare risorse per la riduzione del debito pubblico.
Nonostante la pioggia di miliardi di aiuti, o meglio sussidi, alle imprese,è’ evidente che oltre alla politica,è il sistema a non reggere.
Una buona notizia viene invece dalla decisione di IKEA di trasferire dall’Asia in Italia, Piemonte Lombardia e Veneto,
la produzione della sezione arredo legno.Dalle prime analisi sembra certa una maggiore occupazione per ca. 10-11 mila persone.
Uno dei motivi adottati da Peter Larsson di IKEA Italia, è la migliore qualità della produzione italiana.
Su questo non avevamo dubbi. Sarebbe interessante sapere se vi sono anche vantaggi economici per la casa svedese rispetto alla produzione asiatica.
Infine il ministro Passera propone una task force governativa sulle ” start up ” nel settore digitale: ma i soldi signor ministro ” cè lì avete? “
Forse, signor ministro, sarebbe sufficiente eliminare i sussidi di cui sopra e investirli in questa lodevole iniziativa.

Banche «voraci» di titoli di Stato, la stampa anglosassone all’attacco – Corriere.it

Annunci